Provincia di Catanzaro - Una variante alla Strada Statale 106 relativa al tratto Soverato-Guardavalle, la proposta del presidente della Provincia Enzo Bruno e del consigliere delegato Ciccio Severino all’incontro con il coordinatore d’area di Anas Calabria, Ferrara

Una variante alla Strada Statale 106 relativa al tratto Soverato-Guardavalle, la proposta del presidente della Provincia Enzo Bruno e del consigliere delegato Ciccio Severino all’incontro con il coordinatore d’area di Anas Calabria, Ferrara

11 Maggio 2018

CATANZARO – 11 Maggio 2018. Una variante alla Strada Statale 106 
relativa al tratto Soverato-Guardavalle, sul modello del progetto 
presentato mercoledì scorso nella sede della Cittadella regionale 
relativa al collegamento dello svincolo di Simeri Crichi a Crotone.
E’ la proposta avanzata dal presidente della Provincia di Catanzaro, 
Enzo Bruno, che accompagnato dal consigliere provinciale delegato alla 
Viabilità Ciccio Severino, ieri mattina ha incontrato nella sede 
dell’Anas il coordinatore d’area territoriale Calabria, ingegner 
Giuseppe Ferrara. La proposta della realizzazione di una infrastruttura, 
quella finalizzata a collegare Guardavalle a Crotone, inserita nel 
progetto sistematico di una rete complessa di comunicazione che 
l’attuale giunta regionale si è data come obiettivo, raccorderebbe in 
sicurezza le due province in poco meno di un’ora, e quindi rompendo 
l’isolamento a cui l’area centrale della Calabria non si rassegna ad 
essere condannata.
La riflessione sulla possibile progettualità che possa interessare il 
tratto della Ss 106 tra Soverato e Guardavalle prende le mosse proprio 
dalla considerazione della validità della proposta per la realizzazione 
in variante al vecchio tracciato della 106 del nuovo collegamento tra 
Crotone e Simeri Crichi. Un obiettivo – come ha ricordato il presidente 
Bruno – che viene centrato grazie alla mobilitazione dei cittadini che 
hanno saputo sollecitare e indirizzare le istituzioni: il territorio è 
diventato protagonista di una battaglia risultata fondamentale per 
risolvere le criticità di questo tratto di strada, per cui potrebbe 
essere adottato un processo analogo sul tratto attenzionato dal 
presidente Bruno e il consigliere Severino. Nell’incontro di ieri 
mattina sono già stati evidenziati singoli punti di criticità su cui 
intervenire nell’attesa di avviare il nuovo percorso progettuale, che 
saranno approfonditi nel corso di un tavolo tecnico che sarà convocato 
nel mese di giugno proprio per vagliare le possibilità di intervento nei 
comprensori interessati, attivando una proficua collaborazione tra 
Provincia di Catanzaro e Anas.
Il presidente Bruno e il consigliere delegato Severino hanno anticipato 
che tra gli svincoli che rappresentano una vera e propria emergenza, e 
necessitano di pronti interventi di messa in sicurezza e moderazione del 
traffico, quelli nel territorio di Santa Caterina dello Jonio: 
all’innesto della Ss 106 con la strada provinciale 138, in località 
Cottura e in località Miloti. In vista del tavolo tecnico saranno 
raccolte le segnalazioni che arrivano dai territori e valutati tenendo 
conto di parametri di fattibilità e urgenza.
Il coordinatore dell’Area territoriale Anas Calabria Ferrara ha 
dimostrato interesse e disponibilità alle proposte della Provincia di 
Catanzaro. Il presidente Bruno ha, infine, assicurato la fattiva 
partecipazione dell’Ente intermedio alla definizione del possibile 
percorso progettuale.