Conclusa la manutenzione dei sentieri interni del Parco della Biodiversità mediterranea che conducono alla zona boschiva della Valle dei Mulini e la periodica bonifica del laghetto

06 Luglio 2018

CATANZARO – 6 LUGLIO 2018. Conclusa la manutenzione dei sentieri interni 
del Parco della Biodiversità mediterranea che conducono alla zona 
boschiva della Valle dei Mulini e la periodica bonifica del laghetto. La 
sistemazione e la pulizia dei percorsi interni – che d’inverno 
contribuisce a mantenere compatto il tracciato – sono stati programmati 
dal settore guidato dalla dirigente Rosetta Alberto tenendo conto delle 
condizioni meteorologiche e dell’avvio della bella stagione. A causa del 
ridimensionamento economico e gestionale delle Province, per la 
manutenzione straordinaria, il Parco ha potuto contare su una 
convenzione con ‘Calabria Verde’, che ha messo disposizione maestranze 
qualificate chiamate ad intervenire secondo adeguata programmazione 
volta a garantire pulizia e sicurezza. Così come si è proceduto in 
queste ore al periodico svuotamento per il rinnovo dell’acqua del 
laghetto adiacente a piazzetta Gaudì. L’acqua risulta intorbidita 
dall’apporto di cibo, dall’accumulo di deiezioni animali e di detrito 
organico sul fondo. Tutto ciò comporta una conseguenza negativa a carico 
dello stato di salute degli uccelli acquatici, rappresentando una 
potenziale fonte di infezioni: da qui la necessità di procedere 
periodicamente al ricambio d’acqua e alla pulizia della struttura.
“Le ristrettezze economiche e le difficoltà organizzative che hanno 
segnato gli ultimi anni la nostra Provincia non ci hanno fatto 
indietreggiare di un solo passo nell’attuazione di un programma di 
interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, di azioni di 
tutela e valorizzazione del Parco della Biodiversità di Catanzaro, 
eccellenza della nostra provincia, patrimonio naturalistico e culturale 
dell’intera regione – afferma il presidente Enzo Bruno -. Il Parco è un 
bene collettivo che l’amministrazione provinciale di Catanzaro sta 
cercando di preservare, tutelare e potenziare. In questa direzione vanno 
gli sforzi quotidiani che amministratori e tecnici compiono per 
contrastare disagi e atti di immancabile inciviltà. Visto che stiamo 
entrando nel pieno della stagione degli incendi, l’auspicio è sempre 
quello di una proficua collaborazione da parte di tutti: un appello, 
insomma, a quel senso di appartenenza alla comunità degli amanti del 
Parco che incrementi il senso civico, sostenendo la diffusione della 
cultura del rispetto e della legalità”.