Un finanziamento di 550 mila euro per ristrutturare e valorizzare il Palazzo Marincola di San Floro a Catanzaro, sede del Museo Marca. Firmata la convenzione tra Provincia di Catanzaro e Regione

24 Ottobre 2018

CATANZARO – 24 OTTOBRE 2018. Un finanziamento di 550 mila euro per 
ristrutturare e valorizzare il Palazzo delle Sculture, Palazzo 
Marincola, meglio noto come l’immobile che ospita il Museo delle Arti 
della Provincia di Catanzaro. E’ questo l’oggetto della convenzione che 
il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, accompagnato 
dalla dirigente del settore competente Rosetta Alberto, ha firmato 
lunedì scorso nella sede del Dipartimento Turismo, Beni Culturali e 
spettacolo della Regione Calabria. Il progetto di ristrutturazione e 
valorizzazione del prestigioso edificio che ospita il Marca è in testa 
alla progettazione finanziata dal Piano regionale degli edifici storici 
e di pregio architettonico con un punteggio di 74. Un risultato 
importante che potenzia ulteriormente gli ottimi risultati registrati 
dal Museo delle Arti dell’Ente intermedio guidato da Bruno, grazie anche 
alla proficua collaborazione tra l’Amministrazione provinciale di 
Catanzaro e la Fondazione Rocco Guglielmo.
L’intesa tra la Provincia di Catanzaro  e la Fondazione Rocco Guglielmo, 
che ha messo a disposizione le proprie competenze senza alcun onere per 
l’Ente intermedio, è stata finalizzata ad assicurare continuità alla 
programmazione culturale del Museo Marca ed apporto tecnico scientifico, 
messa in discussione dalla riforma degli enti locali del 2015 che ha 
“sottratto” alle Province la competenza nel settore della Cultura. La 
gestione dei musei provinciali, infatti, è ricompresa nelle competenze 
cosiddette “residuali” esercitate dalle Province in attesa che la 
Regione, con propria norma, individui l’ambito ottimale per la gestione 
delle stesse.
“La sinergia attivata con la Fondazione Guglielmo è riuscita a mantenere 
alta l’attenzione sul Marca e il suo percorso culturale proiettando 
ancora in avanti il livello qualitativo e i successi nel campo culturale 
già ottenuti dal nostro museo di arte contemporanea – afferma il 
presidente Bruno -. La Fondazione Guglielmo ci ha perso messo di 
mantenere il percorso culturale sin qui condotto dal Marca sperimentando 
la riuscita di un ambito di collaborazione pubblico-privata per alcuni 
versi inedito con l’unico scopo di perseguire la mission della 
promozione culturale.  Con la collaborazione e la direzione artistica 
del notaio Rocco Guglielmo abbiamo mantenuto l’offerta e i servizi di 
questa importante struttura della Provincia di Catanzaro ad un livello 
altissimo conquistando, mostra dopo mostra, una ribalta nazionale e 
internazionale certificata anche dalla costante attenzione dimostrata da 
testate giornalistiche come ‘Corriere della Sera’ e ‘La Repubblica’. La 
ristrutturazione e la valorizzazione dell’edificio che ospita il Marca 
favorirà l’ulteriore potenziamento della qualità dei servizi offerti, 
guardando con ulteriore fiducia al futuro di una struttura di grande 
attrazione culturale e turistica”.