30 Settembre 2016 - La Provincia di Catanzaro gestirà gli impianti sportivi, tra le strutture afferenti alle funzioni residuali trasferite alla Regione


La Provincia di Catanzaro gestirà gli impianti sportivi, tra le strutture afferenti alle funzioni residuali trasferite alla Regione in seguito all’applicazione della legge di Riforma Delrio. Il presidente della Provincia di Catanzaro, nonchè presidente dell’Upi Calabria, Enzo Bruno, esprime grande soddisfazione per l’esito della riunione che si è tenuta ieri alla Cittadella regionale, alla presenza del vice presidente della Giunta regionale Antonio Viscomi, del capo di gabinetto della Regione Gaetano Pignanelli, dei dirigenti del Dipartimento organizzazione Risorse Umane e controlli Bruno Zito e del Dipartimento Bilancio, Filippo De Cello. All’ordine del giorno dell’incontro sollecitato proprio dal presidente Bruno, infatti, le problematiche relative al trasferimento delle funzioni residuali in capo alle Province e delle relative strutture: impianti sportivi, piscine, Parchi, strutture museali e culturali. Il tavolo tecnico ha stabilito, quindi, che in attesa della legge di riordino dell’assetto amministrativo degli enti locali, la Regione verserà all’Amministrazione provinciale di Catanzaro le somme corrispondenti alle spese sostenute per la gestione degli impianti sportivi, nell’esercizio finanziario in corso e fino a quando la Regione non avrà approvato la legge relativa al processo di riordino delle funzioni delle Province, e la funzione residuale non sarà esercitata da parte dell’Ente individuato dalla legge regionale. Le risorse da trasferire alla Provincia di Catanzaro per la gestione degli impianti sportivi saranno quantificate e rendicontate con modalità che saranno stabilite in appositi protocolli d’intesa.